Emozioni

Capodanno sulla Neve

Cosa faremo l’ultimo giorno dell’anno? e tra le tante offerte per salutare l’anno appena trascorso e iniziare in modo speciale, abbiamo pensato a un’alternativa particolare, un’esperienza senza dubbio unica. Si tratta del capodanno in un rifugio alpino, un’offerta che la Valle d’Aosta da tempo ha testato e il grande successo riscosso non lascia dubbi, è da fare!
Aprire un rifugio di alta montagna lontano dalle grandi stazioni sciistiche nella stagione fredda comporta evidentemente per i gestori un sovraccarico di complicazioni legate essenzialmente alle condizioni ambientali sfavorevoli. Alcuni però, sfidando il gelo e la neve, si impegnano per far trascorrere ore felici a clienti e amici. Abbiamo pensato al rifugio Bonatti in Val Ferret di Courmayeur.
Capodanno in rifugio significa sicuramente grande festa in un locale caldo e accogliente tra amici, ma soprattutto significa avventura invernale in ambiente unico, caratterizzato da estremo silenzio e alte pareti ghiacciate che incombono sulla valle. L’esperienza poi continua ammirando un tramonto e un’alba in alta quota certamente indimenticabile .
La scelta del rifugio Bonatti è dovuta al panorama mozzafiato che si può ammirare da lassù, per raggiungere questo autentico balcone sul Massiccio del Monte Bianco, si percorre buona parte della Val Ferret, uno dei santuari dello sci di fondo in Valle d’Aosta oltre allo sci nordico, escursionismo, scialpinismo, cani da slitta e racchette da neve, prima di riprendere a salire. Successivamente due tornanti permettono di guadagnare quota e di portarsi nei pressi della partenza del sentiero estivo per il rifugio Bonatti. Di qui, il percorso diventa poco più impegnativo: chi non si sente sicuro può abbandonare gli sci e proseguire a piedi, meglio ancora con racchette da neve. Quattrocento metri di dislivello separano il fondovalle dal rifugio. La raccomandazione infine è sempre quella di affidarsi ad un professionista per l’accompagnamento (guida alpina): il terreno invernale, a seconda delle condizioni del manto nevoso, può riservare sorprese anche sui percorsi più banali. Abbigliamento e attrezzatura adeguata non sempre sono sinonimo di sicurezza, occorre una valutazione preventiva della fattibilità dell’itinerario, che solo un esperto può eseguire.
Vi invitiamo a visitate il sito del rifugio Walter Bonatti per valutare la migliore offerta per un capodanno che non dimenticherete facilmente. http://www.rifugiobonatti.it/?p=215

Natale in Valle d’Aosta

Voglia di Natale con una vacanza invernale in Valle d’Aosta. Passeggiare nella piazza vestita di luce, in coppia o con amici per vivere il magico mercatino di Natale, riscaldatevi con un buon vin brulé e assaggiate le tipiche prelibatezze come la fiocca con tegole croccanti. Squisite specialità del territorio, vini, arti manuali, oggetti d‘antan, pensieri-regalo, ispirazioni nordiche… piccoli e abbordabili lussi per respirare insieme aria di natale. Questo è il momento più intimo dell’anno. I mercatini di Natale ad Aosta si distinguono per la loro bellezza, e per il loro fascino incantevole. Per questo motivo ogni anno il periodo pre-natalizio affascina molti visitatori per una breve vacanza natalizia. Lasciatevi sorprendere! dal 03 dicembre al 06 gennaio, il mercatino Marché Vert Noël trasformerà un angolo della città di Aosta – piazza Caveri – in un villaggio alpino coperto da candida neve. Ogni giorno, i visitatori potranno curiosare tra le “strade” del villaggio alla ricerca di un’idea regalo o più semplicemente per ammirare le tante produzioni artigianali: candele, saponi artigianali, ceramica, oggettistica artigianale in legno, oggetti e mobili di antiquariato, articoli e accessori di abbigliamento in lana cotta e feltro, canapa, pizzi, addobbi natalizi, prodotti eno-gastronomici tipici valdostani, dolciumi e pasticceria, oggetti realizzati con la tecnica del découpage o con altre tecniche manuali.

Lascia un Commento